Archivi categoria: Il canto degli uccelli

Non cambiare!

52

 

Non cambiare!

Per anni sono stato un nevrotico.

Ero ansioso, depresso ed egoista.

E tutti continuavano a dirmi di cambiare.

E tutti continuavano a dirmi quanto fossi nevrotico.

E io mi risentivo con loro, ed ero d’accordo con loro, e volevo cambiare,

ma non ci riuscivo, per quanto mi sforzassi.

Ciò che mi faceva più male era che anche il mio migliore amico continuava a dirmi quanto fossi nevrotico.

Anche lui continuava a insistere che cambiassi.

E io ero d’accordo anche con lui, e non riuscivo ad avercela con lui.

E mi sentivo così impotente e intrappolato.

Poi, un giorno, mi disse: “Non cambiare. Rimani come sei.

Non importa se cambi o no.

Io ti amo così come sei; non posso fare a meno di amarti”.

Quelle parole suonarono come una musica per le mie orecchie:

“Non cambiare. Non cambiare. Non cambiare… Ti amo”.

E mi rilassai.

E mi sentii vivo.

E, oh meraviglia delle meraviglie, cambiai!

Ora so che non potevo cambiare davvero finché non avessi trovato qualcuno che mi avrebbe amato, che fossi cambiato o meno.

È così che mi ami, Dio?

Il canto degli uccelli

Anthony de Mello

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Anthony de Mello, Il canto degli uccelli

Il canto degli uccelli

Il canto degli uccelli

I discepoli facevano molte domande su Dio.

Il Maestro disse: “Dio è ignoto, e inconoscibile,

ogni affermazione che lo riguardi,

ogni risposta alle vostre domande,

è una distorsione della verità.”

I discepoli rimasero perplessi.

“Ma allora perché parli di lui?”

“Perché cantano gli uccelli?”, disse il Maestro.

Un uccello non canta perché ha qualche dichiarazione da fare.

Canta perché ha una canzone.

Le parole dell’erudito devono essere comprese.

Le parole del maestro, non si devono comprendere,

bisogna ascoltarle come si ascolta il vento tra gli alberi

e il rumore del fiume

e il canto degli uccelli.

Esse risveglieranno nel cuore

qualcosa che è al di là di ogni conoscenza.

Il canto degli uccelli

Anthony de Mello

Lascia un commento

Archiviato in Anthony de Mello, Il canto degli uccelli